Archivio AimarNotizie

Retina artificiale: si può

04.03.2016

 

 

Nonostante sia una malattia rara, in Italia più di 20.000 persone hanno perso la vista a causa della retinite pigmentosa. Ma anche per coloro che la degenerazione della malattia ha portato alla cecità c'è una speranza: la retina artificiale Argus II.

Nel mondo sono 180 gli interventi eseguiti e, proprio in questi giorni, nell' Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi di Firenze,il professor Stanislao Rizzo, ha eseguito il suo venticinquesimo impianto di retina artificiale su una paziente di 47 anni di Frosinone, cui era stata diagnosticata la retinite pigmentosa all’età di 7 anni.
La protesi, impiantata nel corso di un intervento chirurgico, è un dispositivo di neurostimolazione in grado di bypassare le cellule fotorecettrici morte e stimolare le rimanenti cellule retiniche vitali.
Grazie ad una piccola videocamera posta sugli occhiali in dotazione al paziente, Argus II cattura e converte le immagini in una serie di piccoli impulsi elettrici, che vengono trasmessi in modalità wireless ad una matrice di elettrodi impiantati sulla superficie della retina.

Gli impulsi stimolano le cellule rimanenti della retina, creando motivi di luce che vengono trasmessi dal nervo ottico al cervello.

Nel corso di un periodo di riabilitazione il paziente impara poi a interpretare questi stimoli visivi riguadagnando delle capacità visive e anche una certa autonomia.

 

  

 


 Video 20 anni AIMAR a San Cerbone

Ultimo aggiornamento sito:
13/11/2017


 

Privacy

Cookie policy

Condizioni di utilizzo

Contatti AIMAR

Credits

Disclaimer 



 

Per le donazioni, utilizzare il seguente 
IBAN (c/c):
IT66J0832703257000000001537

Scopri anche come diventare socio:

Banner iscriviti



Powered by CMSimple XH | [Accedi]