M’illumino di rari

Tutti conoscono il momento difficile che il mondo intero sta affrontando per un morbo, il Coronavirus che, sviluppatosi in Cina, per la velocità e la facilità dei collegamenti si è purtroppo propagato ovunque. Il nostro Paese ne è stato colpito in maniera massiccia e la Giornata delle Malattie Rare che doveva essere festeggiata il 29 febbraio ha dovuto subire cancellazioni di eventi, convegni (qualcuno si è fatto senza pubblico) e in genere manifestazioni che avrebbero potuto mettere a rischio persone che sono più fragili di altre perché già con patologie pregresse.

Si è svolto però al teatro Eliso di Roma il Premio di Arte e Scienza “Il volo di Pegaso” e sempre a Roma si è corsa oggi 1° marzo la corsa podistica organizzata da Uniamo.

Una bellissima iniziativa però è stata presa da alcune città italiane che hanno voluto illuminare i loro più famosi e scenografici monumenti con i colori delle malattie rare. In questa pagina potete ammirare il Colosseo, ma si sono ….illuminati di rari (parafrasando una celeberrima poesia di Ungaretti) la Torre di Pisa, la Fontana in Piazza De Ferraris a Genova, la Porta al Prato a Firenze, il ponte a Polignano a Mare in Puglia, la torre del palazzo della Città Metropolitana di Bari, la Ghirlandina di Modena e la torre civica di Pescara.

 

Font Resize