Decreto Rilancio – Prorogati i piani terapeutici e 104

Il cosiddetto decreto Rilancio, presentato il 13 maggio in Consiglio dei Ministri (ora in attesa di essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale per essere esecutivo), prevede molti provvedimenti a favore delle persone con disabilità.

Cominciamo con rilevare che l’art.76 di tale decreto conferma, anche per i mesi di maggio e giugno, l’aumento dei giorni di permesso previsti dalla legge 104 per i lavoratori con disabilità o per i lavoratori che assistono disabili. Ne avevamo già parlato quando i permessi erano stati accordati per  i mesi di marzo e aprile (si veda qui  la notizia in data 19 aprile sul decreto Cura Italia ). In tutto quindi si tratta di altri 12 giorni in più nei due mesi.

L’articolo 10 invece proroga, per ulteriori 90 giorni, i diversi piani terapeutici per persone con disabilità che includono la fornitura di ausili e protesi per l’incontinenza, stomie, laringectomizzati e per il trattamento delle lesioni cutanee e altri prodotti correlati alla ospedalizzazione a domicilio.

E’ stato poi incrementato di ulteriori 90 milioni di euro per l’anno 2020 il Fondo per le non autosufficienze e di ulteriori 20 milioni di euro il Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. E’ stato infine istituito un Fondo di sostegno per le strutture semiresidenziali per persone con disabilità, nel limite di spesa di 40 milioni di euro per l’anno 2020.

Font Resize